Vogliaditerra

pensieri agricoli

Archivio di giugno 2010

29 giugno 2010

L’arte del differenziare (delinkando Paolo Attivissimo)

Una paio di volta all’anno succede che il contadino si reca in luoghi molto pericolosi, nella rete, s’intende. E’ quasi uno sport, ci impara molto sul modo di pensare di altri e si allena in dialettica. Per far un paragone: è come andare su un forum del Pdl e voler discutere dei danni del Berlusconismo. Ovviamente è un comportamento suicida e stupido, ma lui è convinto che il Berlusconismo abbia creato dei danni enormi al paese e lotta. Ma in questi luoghi pericolosi tra altro studia anche gli effetti collaterali del pensiero materialistico-scientifico, effetti che affliggono gravemente la percezione del mondo reale.

Così queste discussioni portano mai a niente; entrambe le parti escono più sicuri di prima della loro visione del mondo, ridendo e scuotendo la testa sulla ignoranza della controparte, ma d’altra parte nel tempo libero qualcosa bisogna pur fare.

Questa volta il luogo era un post di Paolo Attivissimo nel quale prendeva in giro questi messaggi email e altro che circola nella rete al proposito della costellazione a grande croce del 26.10.2010:

Il 26 giugno 2010 ci sarà una straordinaria costellazione planetaria: la Grande Croce. Secondo il messaggio del Crop Circle, il Sole quel giorno creerà un nuovo spazio, uno spazio di guarigione, un nuovo campo di consapevolezza.

A parte il dubbio “messaggio del cropcircle in codice” e le prognosi entusiaste orgiastiche la disposizione dei pianeti a croce c’era davvero, bastava osservare i pianeti nel cielo per un giorno e misurare gli angoli e molti siti astrologici mettono a disposizione un applet che permette di calcolare la carta del cielo per una data qualsiasi con un paio di click, tra il 23 e 27 giugno c’era un singolare susseguirsi di opposizioni e quadrature tra Sole, Luna, Giove, Pluto, Urano, Saturno e Mercurio e il nodo lunare che culminava proprio il 26. Negarlo è identico a negare l’eclissi e la luna piena di quel giorno.

Però Paolo nel post si è dato molto da fare per dimostrare l’inesistenza di questa croce usando immagini con la prospettiva eliocentrica invece di quella geocentrica e siccome il contadino ha un po’ una fissa con le stelle da tanti anni è intervenuto per segnalare lo sbaglio nel metodo, ma non sì e reso mica conto a cosa doveva andare incontro, era impossibile. Il fatto è che Paolo Attivissimo non è un qualcuno su un forum della casa della Libertà, ma lotta per smascherare bufale e falsità come un leone da molti anni e con le verità obiettive dovrebbe essere amico, invece ha solo dimostrato la sua ignoranza in materia.

Il buffo è che in questi luoghi dominati da feroci sostenitori del metodo scientifico che sarebbe secondo loro l’unico metodo per sapere qualcosa sul mondo non si riesce mai a ottenere nulla con la logica del pensiero, con prove e fatti dimostrabili: loro ripiegano sempre sul metodo di tentare di ridicolare l’avversario invece di argomentare e portare prove alle loro affermazioni sbagliate e fanno di tutto l’erba un fascio. Per molti di loro uno che usa l’omeopatia o che ritiene che il cosmo c’entra qualcosa con la stagione e la crescità delle piante deve per forza credere anche negli oroscopi, nelle scie chimiche e nella cospirazione mondiale: tutto o niente.

Sì può discutere se una disposizione così speciale dei pianeti abbia un qualsiasi significato per i destino dell’umanità o meno, ma mica sul fatto che esiste.

Questa gente e la loro versione della scienza sta per prendere quel posto che aveva la Chiesa ai tempi dell’inquisizione: dogmatica, chiusa e potenzialmente pericolosa per chi lo pensa diversamente, son già arrivati al punto di definire l’omeopatia “stregoneria”. Andremo sul rogo?

EDIT: visto gli ultimi sviluppi nei commenti a quel post bisogna constatare che peggio del giornalista-blogger che scrive un suo pezzo partendo da un errore fondamentale è solo il giornalista-blogger che non riesce ad ammettere lo sbaglio e correggere il pezzo.

EDIT 2: Visto che la cosa peggiora e dopo l’insulto al contadino Paolo infierisce contro la stupidità della gente, degli insegnanti e dei telegiornali non rendendosi conto che lo scrive in una pagina dove lui stessa nega i dati di una comunissima carta del cielo che dimostra che il 26 giugno c’era una scadenza regolare di 6 ore (90°) nel apparire all’orizzonte di molti pianeti, compresa luna e sole; che tutti tranne Nettuno, Marte e Venere avevano un angolo tra di loro preciso di 90° o 180° tra il 22. e il 28.5, che ha avuto tempo e tutti i dati serviti sul piatto per controllare; che è lontano anni luce di scusarsi e correggere il suo post irreale sulla grande croce qui sparisce il link al suo blog.

E’ un atto dovuto di igiene personale.

EDIT 3 :E’ sparito il suo post sulla Costellazione della grande Croce dal indice di Google, ma non (ancora) di quello di Yahoo o di Bing e non le copie presenti in rete.

.

26 giugno 2010

Cerchi

26 giugno 2010

Grande Croce ed eclissi lunare

Oggi dalle nove circa fino alle due c’è un eclissi lunare un po’ speciale (non visibile ovviamente da noi):

In sostanza questa eclisse si presenta come insolitamente significativa sia in sè stessa, sia inserita nel contesto del periodo in cui accade, fungendo da possibile fattore enfatizzante di una configurazione planetaria di notevole portata che ci accompagnerà per tutta l’estate e che comporta, almeno a livello di potenzialità, sia grandi rischi che grandi potenzialità evolutive.

Tutto l’insieme fa pensare ad una possibile fase di crisi generalizzata imminente, che in realtà potrebbe essere soltanto la culminazione della crisi di fatto già esistente che coinvolge l’economia mondiale ma che è dovuta anche a forti tensioni e conflitti in atto in alcune zone critiche del mondo. Come dicevamo, le grandi crisi portano con sè grandi pericoli, ma al tempo stesso anche grandi opportunità per chi le sa cogliere.

Il contadino augura un buon coglimento delle opportunità a tutti, nei prossimi tempi, ne avremo bisogno.

23 giugno 2010

Le speranze sono intatte

Questa foto rispecchia perfettamente come hanno allegato gli ulivi: da niente a straordinario, secondo la posizione e il tempo; quelli che hanno fiorito prima hanno allegato meglio perché hanno evitato il gran caldo che c’era.

Quindi il contadino aspetta fiducioso un buon raccolto d’autunno e pure ha ancora un po’ d’olio da vendere.

22 giugno 2010

Il cerchio per il solstizio

Senza parole.

21 giugno 2010

Stonehenge e il solstizio

Intanto buon solstizio a tutti.

Dispiace solo per i 20’000mila che si recavano nel posto sbagliato: Stonehenge era un luogo cosmico e per colpa della precessione dell’asta terrestre ora non è purtroppo più lì dov’era 5mila anni fa, e non c’entra la ricostruzione approssimativa.

Per la tecnica: è abbastanza ovvio che sia le Piramide sia Stonehenge (e anche Coral Castle) NON furono costruiti con leve, piani inclinati e funi.

19 giugno 2010

Progetto Time lapse

Sembra che non esiste una parola italiano perla tecnica dei video accelerati, qui sopra l’ultimo fatto “a mano”. In seguito ai commenti e a qualche mail dei suoi gentilissimi lettori ha imparato un sacco di cose per esempio parole nuove come “intervalometer” e “tethered shooting” e navigando ha trovato alcune cose che magari potrebbero interessare qualcuno.

  • Esiste un sito per trovare delle macchine digitali in base a certe caratteristiche.
    Se si spunta solo “time lapse” escono 73 modelli.
  • Si può collegare una reflex a un portatile e comandarla da quello, salvando i file sul PC direttamente (tethered shooting), di solito usando software costosi. Per le Pentax e Linux esiste pkremote, purtroppo la K100D non è supportato e non viene riconosciuta.
  • Sempre per gli utenti fortunati di Gnu/Linux esiste uno script (chi è interessato deve leggere anche i commenti dove migliorano lo script) che salva solo n frame/sec di un certo video fatto, molto efficace per aumentare di un fattore 2-10 la velocità di un video. Ma visto che passa per .png la qualità non è un granché.
  • Su ebay in Inghilterra il contadino ha trovato e comprato un Intervalometer a €45, ci sono ancora altri 5.
  • Per gli appassionati del fai-da te: ecco come farlo spendendo poco.
  • Per i possessori di una digitale Canon (non reflex): Canon Hack Development Kit, si fa di tutto, intervalometro, motion detection (scatta quando qualcosa si mouve), vedi anche link più avanti

La domanda naturalmente è: a cosa serve? Il contadino crede che serve a aumentare la comprensione del tempo, del flusso delle cose, come la fotografia serve per imparare di vedere e scrivere serve a imparare a pensare.

Per i programmi per creare il video: Il contadino usa la funzione “aggiungi clip di presentazione” di kdenlive (possibile usarlo questo ottimo programma per videoediting anche in virtualbox o da DVD live):

Esistono anche script per mencoder o ffmpeg, uno buono si trova qui e un altro qua (interessante per chi ha già una digitale Canon non-reflex, in effetti si amplia di molto le possibilità della Canon, e con lo script si aggiunge proprio un intervalometro aggratis a tutta la seria della Canon Powershot).

Ovviamente le foto non vanno scattate alla risoluzione massima.

17 giugno 2010

La stagione promette bene

Quella agricola insomma, ancora c’è da capirla, ma quella dei cerchi nei grano .

Per le foto dei cerchi ci sono due siti famosi, quello di Steve Alexander e quello di Lucy Pringle.

17 giugno 2010

Genuino clandestino

genuino clandestino – il trailer from Nicola Angrisano on Vimeo.

Movimento di resistenza contadina

Decine di coltivatori, allevatori, pastori e artigiani si uniscono nell’attacco alle logiche economiche e alle regole cucite sulle tycoon
dell’agroindustria, per difendere la libera lavorazione dei prodotti e l’immenso patrimonio di saperi e sapori della terra. Da questa rete nasce la campagna genuino clandestino, con uomini e donne da ogni parte d’Italia impegnati in nuove forme di resistenza contadina. Mentre le norme igienico-sanitarie bandiscono dal mercato migliaia di piccoli produttori, il consumatore continua a subire, spesso inconsapevolmente, modelli di produzione del tutto inadeguati a garantire genuinità ed affidabilità nella grande distribuzione…

Questo progetto verrà finanziato da Produzioni Dal Basso, ovvero anche da te sottoscrivendo delle quote da €10.

Un sito sconosciuto al contadino fino dieci minuti che offre un metodo di finanziamento di progetti che ha subito ottenuto la sua simpatia.

17 giugno 2010

Natura contro macchine

A vedere le immagini di alluvioni lampi come quella in Francia al contadino sembra che la natura ce l’ha proprio con le nostre automobili, e non ha mica tutti i torti.

17 giugno 2010

Nessuno mia ama!

Pig Me from Pig Me on Vimeo.

(sempre in tema di maiale, via F!xMBR)

16 giugno 2010

Il futuro dell’uomo

Segnala questo post già solo per l’immagine bellino a corredo. Solo due cose: non esiste per adesso un “loro” e un “noi”, siamo misti ancora.
Poi il futuro del uomo è la scimmia, non il maiale; si vede bene paragonando gli embrioni, che fino a un certo punto sono quasi identici, ma la scimmia va portato oltre il punto dove nasce l’uomo, portato più ancora nella materia.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 66 queries in 0,817 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi