Vogliaditerra

24 febbraio 2010

Primavera percepita

rete

Come da titolo, già dieci giorni fa si sentiva la sua presenza ma oggi in via definitiva ha cominciato la corsa della natura e per forza delle cose anche quella del contadino che ci corre dietro come sempre già con un ritardo iniziale notevole, dovuto alla sua pigrizia, le piogge e naturalmente a internet, quel mostro che si nutre del tempo nostro e ne divora tonnellate.

Quindi chiede scusa quando non posta più le belle notizie preoccupanti dell’economia sull’orlo e altro amenità (completamente assurda l’attuale discussione “corrotti fuori” – non era già vietata prima?) in quanto i lavori lo lasciano in uno stato semi cosciente di sera.

E’ partito il wwoofer italiano e sono arrivati due dal Montana (ormai quest’aziendina si tiene solo a galla con la forza e la voglia di fare e imparare della gioventù americana) si sostituisce la rete vecchia che l’istrice ha ridotto in frantumi in cerca delle patate l’anno scorso, ha cominciato pure la potatura degli ulivi che i lavori è importante iniziarli. Sono nate le prime piantine d’insalata, c’ da seminare le carote e le patate se solo finalmente un giorno asciugasse il terreno e si deve interrare il letame sparso sotto gli ulivi. Pure già potato un salce e le fascine nella vigna aspettano la loro legatura, ci sono da controllare i pali, nel bosco la legna è per terra ma solo sistemato a meta e ci sono circa altri tremila posti dove intervenire, meglio se domani.

Commenti:


  1. Quando hai un momento di tempo guarda pure questo

    E’ esattamente quello che mi sembra succeda in Germania, purtroppo.

    Qui in Italia, e’ piu’ difficile capire dove stanno le lobby.


    Geppetto

  2. …mi raccomando, non mettere la rete da pollai 😉

    buon lavoro


    Harlock

  3. Buon inizio di lavori, anche senza correre, che tanto ogni anno si è in ritardo, ma viene sempre tutto a tempo. 🙂


    Laura

  4. domanda tecnica a Ste e ad altri esperti di istrici 🙂 di passaggio (prima di buttare via del seme amorosamente conservato): che gli istrici le mangiano le zucche gialle?

    buon lavoro Ste, ma con calma mi raccomando, le fascine non scappano 😉


    barbara m.

  5. Le zucche alla fine forse no, ma le piantine giovane forse sì. Prova 😉


    ste

  6. Per Ste:
    se è vero che gli americani sono avanti,
    c’è solo da aspettare. ( ? )

    Per Barbara:
    Nella Marina di Chioggia, durissima, ci hanno messo i dentoni,
    ma ha “vinto” la zucca( non ne hanno staccato nemmeno un pezzetto, ma ha smesso di crescere ed è seccata )
    L’altro esperto di casa dice che hanno rufolato tra altre zucche rompendo tutte le piante,non li abbiamo visti,
    ma il cervo non entra e le volpi dovrebbero fregarsene della verdura.


    meeme

  7. buon lavoro e che siano ricchi raccolti


    luca etna

  8. grazie proverò con una parte dei semi allora.. che barba questi istrici però, ora dice che sono arrivati anche i cinghiali 🙁


    barbara m.

  9. Scusate il fuori tema di cui sopra.

    Ho due problemi primavareli anch’io.

    Dopo formiche nel 2007, lumache nel 2008, niente nel 2009 ora ho fori e tunnel da topo (penso). Negli anni scorsi li ho ecologicamente tollerati ma ora mi paion troppi.
    Faro’ pubblicita’ presso i gatti della zona.
    Accetto con gratitudine consigli su altri metodi incruenti di allontanamento sperimentati con successo.

    Il secondo problema e’ una infestante a tubero. Ho cercato di estirparla negli anni scorsi con la vanga. Il tubero piu’ grosso era di 50 cm senza radice e pesava forse un chilo. Non e’ servito a nulla. Anzi. Si sono moltiplicate. Sembra che rinascano anche da un solo frammento di tubero.
    Unafoto e un’altra
    La conosce qualcuno.
    Come si elimina senza diserbante?

    Grazie.


    Geppetto

  10. Un bel colpo colpo con la zappa, tagliandole sotto terra. Evitare che vanno in seme (nelle vicinanze…). Fanno moltissimi semi su una spigha brunastra.


    ste

  11. Grazie Ste,
    sara’ fatto.
    Le spighe alte piu’ di 1 mt, una volta secche diventano brunastre, sono ornamentali (secondo me) e bruciano benissimo.
    Sono piante molto vigorose, troppo per i miei gusti.
    Saluti,
    Geppetto


    Geppetto

  12. trattasi di rumex


    stefano

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 76 queries in 0,669 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi