Vogliaditerra

20 gennaio 2010

Debiti per famiglie, soldi alle banche

Non c’è esempio migliore dei due mondi di pensiero come l’ultima trovata del governo: Indebitare già i neonati:

Tabella di marcia rispettata, quindi, per l’iniziativa, lanciata dal Governo, con il decreto anti-crisi 2008, e perfezionata con specifiche intese con l’Abi, che stanzia circa 85 milioni di euro, in 3 anni, per far affrontare ai genitori, spiega il sottosegretario con delega alle Politiche per la famiglia, Carlo Giovanardi, “con più serenità, le spese iniziali, che l’arrivo di un figlio comporta”.

L’accordo prevede che possano accedere al finanziamento (fino a 5mila euro, a tasso fisso), garantito dal Fondo al 50 per cento, chiunque eserciti la potestà genitoriale su bambini nati o adottati negli anni 2009, 2010 e 2011, senza limitazioni di reddito.

Cibo per le banche e ancora debiti per le famiglie che tra mutuo e altro ne hanno già troppe. E’ troppo difficile stanziare un “reddito” mensile per ogni neonato? Con gli stessi soldi si potrebbe dare €60 al mese ad ogni bambino nato per tre anni. Ma no: ulteriori indebitamenti per le famiglie e lo spacciano pure come serenità:

Cari genitori,
il Fondo di credito per i nuovi nati è un sostegno economico alla famiglia che sono orgoglioso di presentarvi a nome di tutto il Governo italiano.

Chi è diventato o diventerà mamma e papà durante il triennio 2009-2011 potrà richiedere un prestito, a tasso agevolato, di un massimo di 5.000 euro presso gli istituti di credito e gli intermediari finanziari che avranno aderito a questa iniziativa governativa ed il cui elenco è presente nella sezione “Banche aderenti” di questo sito.

Si tratta di un credito che dovrà essere restituito all’istituto bancario scelto, ma che darà comunque la possibilità di affrontare le spese iniziali, che l’arrivo di un figlio comporta, con più serenità.

Sull’altro lato delle idee c’è il “reddito di base“; il film che illustra l’idea è anche approdato su youtube in 10 puntate.

Commenti:


  1. Grazie per la citazione.
    E’ solo grazie al tuo sito se sono riuscita a scaricare il film.

    Imma


    Landru

  2. a questo punto, da caprone illuminato, mi pongo la domanda: è giusto che mi continui ad informare su queste cose che mi fanno male, o forse meglio (per me) che metta la testa sotto la sabbia e mi faccia solo i cavoletti miei?
    In effetti, tutta la mia voglia di interessarmi delle cose, della vita, del mondo e della conoscienza, sta lentamente scemando ad una forma di arrabbiatura che sta diventando apatica consapevolezza del nostro nulla…
    IMHO


    Joe

  3. La realtà di oggi è frutto delle idee di ieri. Trasformiamo il mondo coltivando le idee. Non abbandonare l’orto…


    ste

  4. … e mi ha fatto male.

    grazie zio ste, ecco come le parole possono rialzare un ometto.


    Joe

  5. Non so in che modo interpretare la proposta “anti-bamboccioni” di Brunetta, di dare 500 euro ai giovani. Ma le reazioni sono state ancora più interessanti della proposta.

    Sempre in tema di reddito di base; oggi alla radio hanno detto che la Germania intende abbassare l’IVA sul pernottamento in albergo (o altre strutture analoghe) dal 19% al 7%; I camping danesi che vivono del turismo tedesco sono piuttosto preoccupati e sperano che il loro governo faccia altrettanto: l’abbassamento dell’IVA: la prosecuzione della guerra con altri mezzi?


    massimo

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,730 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi