Press "Enter" to skip to content

Violenza genera violenza

Niente di nuovo. Solo che si parlerà di S. B. ancora di più adesso.

Bellino il lapsus freudiano di La Stampa (unico ragione per questo post):

Capelli corti, giaccavento grigia, sguardo fisso e spaventato, Massimo Tartaglia, potrebbe essere scambiato benissimo per un sostenitore del Cavaliere.

5 commenti

  1. massimo 14 dicembre 2009

    è più di un lapsus, è un capolavoro

  2. etna 15 dicembre 2009

    ciao Ste, mi chiedevo se con il lavoro che fai, avessi mai raccolto dati relativi alle precipitazioni…. o magari sasrebbero interessanti le tue impressioni.

    Chiedo scusa a tutti per la domanda per niente inerente al post.
    Saluti

  3. ste 15 dicembre 2009

    Guarda caso, proprio ieri ho mandato il foglio di calcolo all’amico che s’intende per aggiornare i grafici, ho i dati dal 97 fino adesso. Piove tra 724 e 1000mm/anno qui, più facile 724…
    Appeno l’ho in mano lo pubblico 🙂

  4. etna 15 dicembre 2009

    grandioso… aspetto trepidante questa pubblicazione.
    Mi sono messo in testa di effettuare una piccola ricerca sulla base di dati “popolari”. Accadono cose strane in cielo negli ultimi tempi.

    Grazie

  5. anjin 15 dicembre 2009

    anche in terra, caro etna, anche in terra… chi avrebbe mai creduto che un giorno avrei accolto la tesi che “Berlusconi è mio fratello”

    “… E’ pubblicamente mio fratello, non solo, come ieri, quando lo feriscono in pieno volto, ma quando -direttamente o indirettamente- ferisce me e la mia gente, con leggi salva se stesso che ripudio, con politiche sul lavoro che non approvo, con bugie o ipocrisie che mi fanno vergognare di essere italiano. E devo pompare un’infinita compassione, una smisurata tenerezza, per non finire nella tela del suo stesso inganno. Quella in cui -a mio avviso- precipitano tutti quelli che dicono, nei più svariati modi, “se l’è meritato”. Perché se anche fosse vero, loro stessi si meriterebbero la stessa fine. In base al loro stesso principio. E tutti voi che, scherzosamente o veramente, mi avete scritto “La statuetta gliel’avrei tirata pure io”, state legittimando chiunque vi ascolti, e la pensi in modo diverso dal vostro -me, per esempio- a tirarvi un Duomo di granito sul naso. Questa è barbarie… ”

    gliinvisibili.org

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi