Vogliaditerra

13 dicembre 2009

La crisi del post-raccolto

letame

Finito a cogliere le olive bisogna rifare da capo tutto un altra volta, tutti gli anni. E’ insieme il punto finale e il punto di partenza.

Quasi quasi il contadino c’è l’ha fatto di portarli tutto il letame prima che si mette a piovere (o a nevicare) – che l’acqua deve venire ancora tutta tutta – un mucchietto a pianta.

Oggi ormai ci sono poche cose così sensate come concimare le piante. A lavorare la terra ci pensano i cinghiali:
cinghiali sotto l'olivo

PS: Il contadino si è avventurato nel mondo excel e ha digitalizzati i dati segnati ogni anno dal ’91 sugli calendari della Thun:

dati olio 1991-2009

A prima vista si vedono bene 3 cose: l’aumento della produzione (il gelo del ’85, il recupero delle piante, la messa dimora di piante giovane), l’alternanza in attenuazione e un leggero calo della resa.

Commenti:


  1. “sugli” calendari? dove hai studiato italiano, a Praga?


    claudio

  2. L’ho imparato da me, ma sono convinto che a Praga abbiano ottimi insegnanti e sono anche molto educati e informati.


    ste

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 76 queries in 1,555 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi