Press "Enter" to skip to content

Impostare un altro paese

mignole

Niente, il contadino con il sostegno dell’amico romano e della pastora è sempre a cogliere le olive – le mignole, per essere precise, quelle olive piccole tardive che falliscono mai e danno sapore – ma il suo cuore è con coloro che dopo lo spegnimento delle antenne analogiche non vedono i canali Rai. Già per due giorni al radiogiornale sente che bisogna fare:

1- AZZERARE LE MEMORIE DEL DECODER
2- IMPOSTARE NAZIONE “GERMANIA”
3- IMPOSTARE METODO DI ORDINAMENTO “LCN”
4- LANCIARE LA NUOVA RISINTONIZZAZIONE

Ecco, a lui questo sembra un vero passo in avanti: finalmente il paese esce da questa paralisi lunga. In futuro sarà possibile per esempio impostare su “USA” il sistema giudiziario italiano o su “Germania” la gestione degli appalti pubblici.

6 commenti

  1. Silvio 24 novembre 2009

    Via…ora non allarghiamoci eh!? 😀

  2. Geppetto 24 novembre 2009

    Il cervello del popolino bisognerebbe riprogrammare, che si sintonizzi sulle cose importanti e non sulle tette delle donne.

  3. barbara 24 novembre 2009

    sei un mito!!
    hai visto il film “il pianeta verde”? lì c’era un modo proprio divertente di riprogrammare 😉

  4. Vittorio B. 24 novembre 2009

    Oppure – ma solo se sei giovane – su cosa impostare il tuo futuro?

    Qui è destinato a sparire il 50% del settore manifatturiero e se non ci si prepara a considerare la Cina, l’ India, il Brasile, come luoghi di lavoro e l’ inglese come la propria lingua non si avrà un grande futuro

    (Guidalberto Guidi dixit).

  5. Barbara M 25 novembre 2009

    bell’idea, basta ricordarsi di lasciare la cucina, il sole e il paesaggio su ‘Italia’, il resto è meglio sintonizzarlo altrove.

    (sono quella che ti è passata a trovare domenica con famiglia. sugli impianti solari ad isola non so se hai visto questo forum http://energiaalternativa.foru.....?f=1906706 e volendo anche questo sulle batterie http://energiaalternativa.foru.....?f=4422477, io sto cercando di capirci qualcosa, mi piacerebbe come ti dicevo, lasciando però l’Enel per sicurezza, ma devo trovare chi me lo fa non capendo un’acca di elettronica. ciao)

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi