Vogliaditerra

18 giugno 2009

La cospirazione

The automobile did not come to dominate American transportation by chance or by public choice. It happened as part of a plan by auto makers to buy up and destroy mass transit companies. General Motors led the way[…]

Beginning in the 1920s, General Motors began investing in mass transit systems. According to historian Marty Jezer (and Congressional hearings held in 1974), between 1920 and 1955, General Motors bought up more than 100 electric mass transit systems in 45 cities, allowed them to deteriorate, and then replaced them with rubber-tired, diesel-powered buses. [1] Buses are more expensive, less efficient, and much dirtier than electric/rail systems. (And of course automobiles are even less efficient than buses, by far.) In 1949, General Motors, Firestone Rubber, and Standard Oil of California were convicted by a federal jury of criminally conspiring to replace electric mass transit with GM-manufactured diesel buses; in a noteworthy illustration of justice for corporations, the court fined GM $5000 and forced H.C. Crossman, the GM executive responsible for carrying out GM’s policy, to pay $1.00.

Qui. Quanto danno, quanto spese, cara GM.

Commenti:


  1. ammesso sia vero, a me paiono un po’ fanatici gli autori
    domande poi? chi e’ che decide se incentivare il trasporto pubblico? general motors o le amministrazioni comunali? e le amministrazioni comunali da chi vengono elette? (dalla gente). Possibile che general motoris sia riuscito a corrompere migliaia di amministratori? (il cervello delle persone un po’ si’)
    c’e’ sicuramente della verita’ in cio’ che viene raccontato; ma manca il fatto principe; la gente vuole la SUA macchina per andare dove gli pare quando gli pare.
    Per 9 anni a londra ci siamo promessi di andare a passare 1 fine settimana al mese a visitare la granbretagna; saremmo andati 4 volte in 9 anni, 3 volte c’era qualche amico con la macchina, 1 volta noi affittando una macchina (pianificando e perdendo almeno 2 ore per affittare l’auto andarla a prendere e poi riportarla).
    Chi invece ce l’aveva; si svegliava il sabato o domenica mattina, vedeva il tempo, che voglia aveva, saltava in auto e partiva.
    Affittare, i trasporti pubblici o le auto condivise sono scelte piu’ razionali, ecologiche, economiche etc ma una gran menata purtroppo…
    Detto cio’ io sono per i trasporti pubblici, no auto in citta’ etc e’ che noto della mancanza d’obbiettivita’ e della retorica in generale


    gennaro

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 1,005 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi