Vogliaditerra

25 giugno 2009

Arresti domiciliari

gallina-rubata.jpeg

Ieri il contadino pensava di farci un filmino con anche con i pulcini che magari a qualcuno piace. Voleva anche fare il titolo nello stile “Guarda il famosso giovane pollo ruspante della bassa val di brentina” sfottendo slowfood, ma la sera la voglia di scherzare gli è passato: mancavano 5 dei 6 pulcinotti già grossotti nati un paio di mese fa e tutte le galline piccole muccellese, a parte quella con i pulcini. Se era la volpe (che ha fatto fuori gli ultimi due anni quasi tutti) mancava come primo il gallo. Il sospettoso è la poiana.

Sono chiusi dentro un recinto piccolo fino pomeriggio di solito e dopo potevano andare nel recinto delle capre, accento su “potevano”. Per non parlare delle pecore che anche loro gli tocca di dormire nella stalla adesso, perché gira il lupo.

Commenti:


  1. ma quanto grosso riesce a portare via la poiana?
    uno legge i manuali e sembra che prenda solo insetti, serpi e topolini…


    mrm

  2. La poiana mangia… eccome se mangia i pulcini! Poveraccia… anche lei deve vivere ma non è bello vedere volatilizzati i propri pulcini.
    Ma a faine come sei messo?


    Alberto Fatticcioni

  3. Faine ci sono, ma di notte sono chiusi bene le galline. Se non era la poiana chi era?


    ste

  4. Bello il filmato. 🙂
    Mi spiace per la fine dei polli… da me di solito sono le volpi a fare questi “furti”.


    Laura

  5. Il principale indiziato rimane la Poiana… adesso avendo deposto le uova fra aprile e maggio dovrebbe avere i piccoli (fra i 2 ed i 4 di solito) affamati!

    Ma occhio anche ai gatti randagi… noi ne sappiamo qualcosa fra pulcini, polli e piccioni…ed haimé l’unico rimedio per salvare il pollaio dai felini randagi è un po’ triste


    Alberto Fatticcioni

  6. io sto costruendo il mio primo pollaio, in una zona di poiane, gatti, faine, volpi, ecc. a furia di leggere di polli scannati e pulcini rubati continuo ad aumentare le cose da mettere (doppia rete, rete anche sopra, interramento) … mi pare di costruire un campo di concentramento…


    dimi

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,696 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi