Press "Enter" to skip to content

Dadi e bulloni

Il contadino per continuare a giocare a contadino per qualche annetto ha dovuto investire (qualche forma di formaggio e ore di lavoro) in un altro pezzo da ferraccio: un ranghinatore anzi due per farne uno (il Moro li buttava via). L’anno scorso ha investito (un agnellone) in una pressa per il fieno. L’età media di lui e le macchine che usa è piuttosto lo stesso.

Mentre stava smontando i denti rotti però è stato illuminato di botto. Ecco perché i dadi si chiamano dadi!

dado

4 commenti

  1. ROSY 2 maggio 2009

    Non sai mai da dove puoi essere illuminato…certe volte anche da una lampadina
    Scherzo naturalmente

    Buon maggio a te contadino

    rosy

  2. Aspirante biodinamico 4 maggio 2009

    Che nostalgia…

    Mi ricordo quando da bambino guardavo papà aggiustare proprio quel tipo di ranghinatore

    E poi i trattori, già vecchi (antichi) allora…

  3. ernesto 18 maggio 2009

    salve anche io gioco al contadino.come mai non ho capito perchè si chiamano dadi?sono stato troppo al sole?spesso mi illumino soprattutto quando devo svitere quattro dadi e ce ne sono tre che vengono via strabene,mentre uno mi non si svita nemmeno col trirolo…piacere di averti conosciuto
    ernesto

  4. ste 18 maggio 2009

    Giocare a dadi… che forme hanno?

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi