Press "Enter" to skip to content

E luce fu nel 2012

“Spegni la luce se non ti serve nella stanza di là”

“Non importa, sono lampade a basso consumo.”

10 commenti

  1. libera 11 dicembre 2008

    ciao ste
    da quando ho incrociato questo post
    http://www.similardynamis.it/w.....lampadine/
    ho chiesto ai miei figli di fare attenzione alle stelle…
    la cosa bella è che proprio la piu’ piccola, 5 anni, ha imparato a non aver paura del buio.
    grazie contadino!
    sono ormai 5 anni che ti seguo… l’impianto a battiscopa, l’eolico, ma l’unico che son riuscito ad emulare è il semenzaio per l’orto.

  2. GiBi 11 dicembre 2008

    Ah, Ah, Ah….

    Già….. bella questa!

    Visto che risparmiamo…. possiamo fare a meno di risparmiare!

    Grande!

  3. Aldo 11 dicembre 2008

    C’è poco da ridere, GiBi: ho sentito fare quel ragionamento dal vero e da una persona che parlava seriamente (o, almeno, così credeva)! E non credo che sia una mosca bianca – probabilmente altri la pensano allo stesso modo, ma non appaiono finché non si presenta l’occasione che li porta allo scoperto.

  4. Andrea 11 dicembre 2008

    Ma, in parte anch’io faccio questo ragionamento: se ho una lampadina normale e devo andare in bagno, la spengo e la riaccendo quando ritorno; se la lampada è “a risparmio”, la lascio accesa (questo esempio per indicare che mi comporto così quando i periodi di “inutilizzo” sono brevi);
    Forse sbaglio, ma le lampade a risparmio dal momento dell’accensione ci mettono un po’ ad arrivare a regime, e a quanto ne so un accendi/spegni ripetuto ne accorcia la vita molto più di quanto non farebbe alle lampadine normali…
    Se ne capite più di me di elettricità (e ci vuol veramente poco), sentitevi liberi di smentire queste mie superstizioni, mi fareste un favore.

    Andrea scripsit.

  5. mrm 11 dicembre 2008

    io ho una lampadina a basso consumo (in cucina) da quando abito in questa casa (13 anni), è sempre la stessa.
    dicono che accenderla per un momento e poi spegnerla non va bene, dicono che dura meno, io spesso faccio proprio così, la accendo proprio per un secondo per vedere dove sta una cosa e poi la spengo, e lei è ancora in ottima salute.
    PERO’ dicono anche che dentro c’è il mercurio e che se si rompe devi buttare via anche la paletta con cui tiri su i cocci dal pavimento, e che devi smaltirla non so come e via dicendo…
    considerando anche il fatto che abbiamo alla fine sotituito tutte le lampadine, con l’andar del tempo, ma che non abbiamo notato il minimo, ma dico miiiinimo miglioramento sulla bolletta….boh, la mia riflessione è: BOH
    forse meglio le candele

  6. Un tipo serio 11 dicembre 2008

    Caro Andrea,
    non sono neanche io un genio della lampada!
    per quello che so io l’accendi/spegni la cosa vale
    per tutte e due,io personalmente sono quasi 3 anni
    che ho messo tutto lampadine a risparmio nel mio apartamento e non ne ho ancora cambiata una
    conclusione consumano meno e durano di piu,
    e adesso ci sono lampadine di nuova generazione,
    chiamiamole cosi che arrivano a regime subbito.
    Un saluto
    Un tipo serio

  7. marzia 12 dicembre 2008

    è vero, ho già sentito anch’io questi commenti.
    siamo ancora (quasi) totalmente privi di “cultura ambientale”.

  8. GiBi 12 dicembre 2008

    Ehm… la mia era una risata amara… sarcastica direi!

    Nel senso che… non ci accontentiamo mai e non facciamo niente per migliorare i nostri comportamenti; sia che ci siano le lampade a risparmio, sia che non ci siano.

    Questo credo che, in fondo, fosse quello cui mirava questo post!

    Ciao Ciao!

  9. Andrea 13 dicembre 2008

    è quello su cui giocano le compagnie telefoniche quando ti propongono tariffe “vantaggiose”…

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi