Vogliaditerra

5 settembre 2008

Più che altro fanno letame

Le vacche tedesche (e quelle di tutto il mondo naturalmente) infatti – afferma -inquinano quanto i Suv, al punto da doverle necessariamente definire come delle vere e proprie “bombe climatiche”.

Ma perché non pensano mai a tutto a 360° ma sparano invece cose così? Sarà anche vero che le mucche producono gas serra, ma sono le base per un agricoltura naturale sostenibile con il loro letame. E in certe regioni non si può fare altro che allevare animali. E in altre regioni saranno anche troppe. Ma non diffamarle tutte.

Commenti:


  1. Ah, Ah, Ah,…..

    Anzi, forse anziché ridere…. dovremmo metterci a piangere!

    Vorrei sapere, da questi signori:

    sono nate prima le mucche o i SUV?
    cosa mangiano lorsignori?
    bevono mai il latte, mangiano mai il formaggio, nessun dolce?????

    Beh, direi veramente che siamo alla frutta….
    Pensate un po’ chi ha in mano il potere e l’opinione pubblica, gente che ha studiato tanto per dirci che una mucca inquina…. e magari non sanno neanche se le patate nascono sugli alberi o sottoterra!

    Ma che vadano tutti a quel paese!

    Ciao Ste.
    Sei un grande

    G. B.


    Giovanni Battista

  2. Mah… a me pare una letamata pazzesca.
    Una stalla non dovrebbe saltare per aria, con tutto quel metano?
    E pensa a una volta, coi lumi a petrolio…

    (P.s.: le ali del tafano sembrano un pizzo antico °_° Il fiorellino cos’e’, un tatuaggio?)


    upuaut

  3. Orpo, che hai combinato al colore dei link nei commenti? non si vedono piu’…


    upuaut

  4. La questione fondamentale sta tutta in quella frase: “saranno anche troppe”. Già, vale per le mucche quel che vale per le persone, né più né meno: dove son troppe fanno danno, se diventano “mediamente” troppe, fan danno a livello globale.

    Ora, come si può ridurre il numero delle mucche? 1) Facendo in modo che ciascuno si moderi nel mangiare quel che ci danno (o, meglio, quel che ricaviamo da loro) e 2) fare in modo che meno gente abbia bisogno di loro, ovvero fare in modo che ci sia meno gente. In effetti, come ordine di rilevanza invertirei i termini, che non sono comunque mutualmente esclusivi: si può (si deve…) fare l’una e l’altra cosa.

    Mi viene in mente il rapporto tra afidi e formiche: vuoi ridurre il numero degli afidi che ti devastano l’orto? Riduci prima il numero delle formiche… (almeno, io ho notato che funziona!) Indovina un po’ chi sono gli afidi e chi le formiche?


    Aldo

  5. Corretto il coloro del link, grazie upuat.

    I afidi nell’orto arrivano quando le piante sono troppo dolci, le formiche non li portano dove non hanno da mangiare. Per ora non siamo troppi se impariamo a condividere. E forse si sta già regolando, tra radioattività strisciante, pesticidi, cambiamento climatico e scarsa qualità di cibo saremo presto meno,e saranno dolori. Vuoi questo?


    ste

  6. No, Ste. Vorrei che nel complesso si amministrassero le gonadi e gli spostamenti con la dovuta attenzione. Cosa che fin’ora non è avvenuta, a giudicare dalla situazione. Gli effetti son sotto gli occhi di tutti.

    P.S. Non condivido la tua opinione: a mio avviso siamo troppi già da diversi decenni. E continuiamo ad aumentare.


    Aldo

  7. Forse dovremmo smettere di pensare e vivere alla giornata come fanno le mucche!!
    Poi il numero di quanti siamo ci penserà la natura a stabilire quello esatto.

    P.S. Forse è troppo tardi di smettere di pensare, dovremmo pensare a come fare per smettere di pensare:-/


    Harlock

  8. Non condivido il fatto dell’aumento della quantità di mucche in circolazione….

    Mi pare che i vegetariani stiano aumentando a dismisura, e, dalle mie parti, per trovare una mucca bisogna andare a cercarsela con il lanternino….

    Facciamola finita di dare ragione a questi studiosi che non sanno nemmeno se a fare le uova è la gallina o il gallo!

    Sono gli stessi che, difendendo i propri interessi, fanno lavorare gli immigrati nei campi per pochi centesimi… per poi lucrarci sopra quanto vogliono!

    Però loro vanno a giro con il MEGA-SUV da 500 cavalli!

    Sta a vedere che inquina di più un cavallo che di 500!


    Giovanni Battista

  9. Boh.. tu che ne dici ?

    http://blogeko.libero.it/index.....salvare-il


    Vince

  10. E’ vero che ne mangiamo troppo ma queste frasi tipo ” per salvare il pianeta” non posso più sentire. Occorre coscienza, sapere e occhio alle misure, non generalizzare “mangiare carne è peggio che guidare un SUV”…


    ste

  11. Il pianeta non lo so, ma il “mondo”, almeno come lo intende uno della mia generazione (’47), è già finito da un bel po’ e, per la prima volta nella storia, irreversibilmente.


    Vince

  12. Vince, concordo. 🙁
    Quante cose ci sarebbero da aggiungere!


    Aldo

  13. Vince, sono d’accordo… anche io… 44 anni…

    Beh, comunque, proprio l’ONU deve rompere i cosiddetti alle mucche?

    Fare guerre a destra e sinistra inquina meno?

    In ogni caso, se è vero che si mangia più carne, è anche vero che le mucche “Euro4” sarà difficile inventarle…. ^___^

    E poi, visto che una panda “Euro 0” inquina meno di un SUV “Euro 4” mi volete dire come mai la legge è sempre dalla parte del più forte?
    Il poveretto con la Panda non può più girare in centro… il pottone con il Mega-Suv può invece parcheggiare anche sui muretti, non solo sui marciapiedi!

    Mah, io resto perplessissimo (non so se si dica, ma mi sta simpatico).

    Saluti a tutti.

    P. S. Credo comunque che siamo tutti dalla stessa parte.


    Giovanni Battista

  14. condivido la gran oarte di quanto scritto…
    e poi bisogna sottolineare che la politica alla fine premia di più i grandi allevamenti “industriali” che non quei piccoli allevatori che pascolano all’aperto, salgono in montagna d’estate per usufruire dei pascoli alpini, ecc, ecc, ecc…
    immagino che gli scienziati che dicono queste cose si spostino in aereo per andare ai loro convegni… e quanto consuma/inquina un aereo????


    marzia

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,709 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi