Vogliaditerra

7 maggio 2008

Ciclone e dittatura

Fino poche ore fa le autorità del paese negavano l’ingresso dei soccorritori, diverse squadra erano ferme al confine in attesa dei visti, in particolare non si accettavano interventi da parte americana. Adesso, finalmente, la situazione si è sbloccata e presto arriveranno aiuti da Onu, Unione Europea, Stati Uniti (che hanno affidato 3 milioni di dollari all’Onu per bypassare l’opposizione delle autorità birmane), Nuova Zelanda e altri paesi.

La faccia senza maschera del potere militare in Birmania/Myanmar.

Commenti chiusi per ora.


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 72 queries in 1,038 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi