Vogliaditerra

29 aprile 2008

Zona franca

Non si può più vivere tranquillo e in pace sapendo cosa succede nelle varie “zone industriali franche” sparse per il terzo mondo.

A Ciudad Juarez ,ogni settimana, una donna sparisce e di lei non se ne sa piu’ nulla.
Le cronache ufficiali parlano di piu’ di 470 omicidi e circa 600 sparizioni.

Le vittime sono giovani di eta’ compresa tra i 15 e i 25 anni . Molte di loro lavoravano come operaie nelle numerose fabbriche che assemblano, per societa’ multinazionali, prodotti per l’esportazione (maquiladoras). Questi insediamenti industriali costituiscono la fonte principale di sostentamento per gli/le abitanti della citta’. Il salario delle operaie impiegate nelle maquiladoras, è di circa 4$ US al giorno per dieci ore di lavoro.

Le maquiladora sono stabilimenti industriali posseduti o controllati da soggetti stranieri, in cui avvengono trasformazioni o assemblaggi di componenti temporaneamente esportati da altri paesi industrializzati in un regime di duty free ed esenzione fiscale. I prodotti assemblati o trasformati vengono esportati all’estero.

Quanti prodotti intorno a noi sono stati assemblati in quei posti? Urge una certificazione etica per tutti i prodotti.

Commenti:


  1. Tempo fa avevo visto un servizio di rtsi sulla strage di donne a Chudad Juarez; se ti puo’ interessare, sta qui.


    upuaut

  2. Urge una certificazione etica.
    ma è proprio per bypassare ogni problema che nascono le zone franche…


    silviu'

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,792 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi