Vogliaditerra

pensieri agricoli

Archivio di aprile 2008

30 aprile 2008

Mail delivery

maildelivery1.png

Da ieri mattina un spammer usa l’indirizzo del contadino come mittente. E’ imbarazzante ricevere centinai di Delivery Status Notification (Failure) in due ore ogni mattina. Sei sicuro che non è il tuo PC che li manda?

…un altro grave problema a livello mondiale sono le botnet. Molti pc vengono infettati da rootkit, backdoor e trojan – i primi solitamente per nascondere i secondi – senza che gli utenti se ne rendano conto. Non parlo di utenti singoli, qualcuno può tranquillamente dire “io non sono infetto, mi preoccupo della difesa del mio pc con un antivirus aggiornato, non vedo tutto questo allarme“. Il problema non è quel singolo utente però, ci sono centinaia di migliaia di pc infetti, aziende, enti, ma anche singoli computer desktop casalinghi, che sono infetti a loro insaputa.
Quei pc entrano a far parte di reti mondiali, reti controllate dai creatori di malware. I pc infetti restano in attesa di comandi, di azioni da eseguire.

Non sono fantascienza le botnet, non è fantascienza questa tecnica di fare soldi. Come è possibile fare soldi con le botnet? Basta immaginare una botnet di pc zombie utilizzata come smtp relay server per mandare spam. Migliaia e migliaia di pc che mandano spam a comando. Oppure i ricatti, il pagamento di “pizzo” virtuale. A dicembre c’erano i saldi, le offerte natalizie di attacchi DDoS. Della serie “compra due attacchi DDoS e il terzo è gratis“, questo è quello che avevano intercettato i laboratori Kaspersky.

30 aprile 2008

Lutto

E’ morto Albert Hofmann, a 102 anni.

Grande dignità, grande lucidità.

PS: Un articolo più ricco è qui.

PS II: Ecco un altro articolo da leggere.

29 aprile 2008

Zona franca

Non si può più vivere tranquillo e in pace sapendo cosa succede nelle varie “zone industriali franche” sparse per il terzo mondo.

A Ciudad Juarez ,ogni settimana, una donna sparisce e di lei non se ne sa piu’ nulla.
Le cronache ufficiali parlano di piu’ di 470 omicidi e circa 600 sparizioni.

Le vittime sono giovani di eta’ compresa tra i 15 e i 25 anni . Molte di loro lavoravano come operaie nelle numerose fabbriche che assemblano, per societa’ multinazionali, prodotti per l’esportazione (maquiladoras). Questi insediamenti industriali costituiscono la fonte principale di sostentamento per gli/le abitanti della citta’. Il salario delle operaie impiegate nelle maquiladoras, è di circa 4$ US al giorno per dieci ore di lavoro.

Le maquiladora sono stabilimenti industriali posseduti o controllati da soggetti stranieri, in cui avvengono trasformazioni o assemblaggi di componenti temporaneamente esportati da altri paesi industrializzati in un regime di duty free ed esenzione fiscale. I prodotti assemblati o trasformati vengono esportati all’estero.

Quanti prodotti intorno a noi sono stati assemblati in quei posti? Urge una certificazione etica per tutti i prodotti.

29 aprile 2008

Libertà, windows, gnu, linux?

Un video fatto molto bene che introduce nel mondo del software libero. E per l’occasione si segnala Verso linux in 10 semplici passi
e il sito di Ubuntu Italia (dove il sottoscritto è membro attivo sul forum)

28 aprile 2008

I dati sul fotovoltaico

Sono qui i dati attuali (deludenti) della diffusione del fotovoltaico:

Ma quanta energia producono i 105,59 MW totali installati fino ad oggi? Ipotizzando un tempo equivalente di funzionamento medio in Italia di 1300 ore, otteniamo circa 0,14 TWh all’anno cioè lo 0,04% dell’intero Consumo Interno Lordo italiano (359 TWh nel 2006). Una quantità per ora irrisoria.
In prospettiva, per arrivare a produrre ad esempio il 10% del Consumo Interno Lordo italiano con il fotovoltaico occorrerebbero circa 1000 anni al ritmo annuale di installazioni del nuovo Conto Energia. Concludendo, nessuno dei due sistemi di incentivazione in conto energia (l’attuale meno del primo) è stato in grado di far crescere in maniera significativa la potenza fotovoltaica installata e, soprattutto, di abbattere i costi, uno dei principali ostacoli alla diffusione di questa tecnologia.

(e pure funziona bene, questo post né è testimone)

28 aprile 2008

I rischi dell’alta velocità

Sessanta pecore entrati in una galleria fanno deragliare un ICE in Germania. Povere bestie.

28 aprile 2008

La tua storia d’acquisto

Nel cartello appeso al supermercato americano che ha razionato l’acquisto di riso è particolaremente interessante:

Due to increased demand, we are limiting rice purchases based on your prior purchasing history. Please see a supervisor to find out your limit.

Se hai sempre comprato poco riso ora non te lo danno o solo poco.

Siamo agli razionamento intelligenti, grazie a tutta la mole di dati che hanno accumulati con le carte fedeltà e carte di credito.

28 aprile 2008

Storace ladruncolo web

Prima che sparisce: la pagina web di Storace un po’ malmesso.

[via Mantellini]

24 aprile 2008

Festival di Cinema

Con piacere il contadino segnala Cinema Spagna, il primo festival del cinema spagnolo in Italia che si terra a Roma dal 16 al 22 di maggio.

(come si vede subito si tratta di un sito di una straordinaria chiarezza e navigabilità, fatto di un vero professionista del mestiere con molto amore per html, css e php – insomma l’ha fatto lui stesso)

(la cosa più brutta quando si fa un sito è di dover riscrivere il layout per metà per colpa di Internet Explorer che non rispetta gli standard del linguaggio e lo visualizza come gli pare a lui ma non a te. Arrogante e prepotente, che siano contati i suoi giorni. Per l’occasione si riattiva la barra in cima qui da dove potete scaricare Firefox o Opera)

21 aprile 2008

Oro nero

La stima degli introiti dagli inizi dell’estrazione è di circa quattrocento miliardi di dollari destinati alla Nigeria: una cifra enorme che la popolazione non ha mai ricevuto. La Nigeria è infatti uno dei paesi più poveri dell’Africa malgrado sia uno dei massimi esportatori di petrolio.

www.commoditytrader.it/corsa-al-petrolio/

21 aprile 2008

Saggezze dell’Australia

Si parlava con i Wwoofer della gente che lavora nei ministeri e generano certe cose.

It’s not about what you can but whom you know.

“Non è la questione cosa sai fare ma di chi conosci”

20 aprile 2008

Il pensierino

Ramesh Balsekar: Puoi disporti ad accettare la tesi che tutto nell’universo sia un’illusione, ma è più che probabile che in tale illusione mancherai di includere il fattore più essenziale, cioè te stesso.

[innernet]


Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 61 queries in 0,848 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi