Press "Enter" to skip to content

Tenere traccia

La massa delle notizie più o meno importante fa sì che diventa difficile di seguire un filo per intero, primo tanto rumore poi non si sente più nulla. Dov’è finito Pegah Emambakhsh per esempio? Se stessero per lapidarla nel’Iran la notizia ci sarebbe. Per ora sta sempre subendo la tortura dell’insicurezza, del non sapere se si salva o meno nel carcere di Yarl’s Wood vicino a Clapham.

Un caso analogo si svolge in Germania; secondo aviva-berlin.de è stato rifiutato l’asilo a una ragazza iraniana che avrebbe già la condanna a morte scritto nell’Iran (che prende il secondo posto in classifica per condanne a morte eseguite dopo la Cina; gli omosessuali vengono impiccati – pure due minorenni un paio d’anni fa – e le lesbiche lapidate). Il diniego sarebbe fondato su un intervista alla sua madre che non avrebbe ammesso che la figlia è lesbica. Visto le condizioni di pressione religiosa nell’Iran una risposta affermativa è semplicemente impossibile.

Pare proprio che l’Europa abbia paura di una ondata di richieste d’asilo di omosessuali falsi alla fine.

Tra Papa e Qui siamo meglio naturalmente, si negano solo qualche diritto ai omosessuali, possono essere anche grati, visto le idee di Noureddine Chemmaoui, responsabile del dipartimento di affari sociali e diritti umani dell’Ucoii, non tanto diverse di quelle dello Santa Sede:

‘Anche nei paesi musulmani ci sono gli omosessuali – ha concluso – la cui condizione e’ un peccato o una malattia, ma possono anche non dichiararlo”.

[Il numero degli omosessuali è pressoché costante duranti i secoli, cambia solo la loro visuabilità nella società. L’omosessualità è una rielaborazione di nessi karmiche complesse.]

PS: Dal diritto penale iraniano:

§ 110: La pena per attia omosessuali è la pena capitale. Il modo viene deciso dal giudice religioso

§ 111: La sentenza di morte viene emessa quando sia l’attivo sia il passivo incriminato sono maggiorenni, di mente sana e se l’atto è frutto di libera volontà.

§ 129: La pena per amore lesbica sono 100 frustate per tutti e due.

§ 131: Se ll’atto viene ripetuto tre volte e veniva sempre punito con le frustate cè la pena capitale per la quarta volta.

[fonte]

8 commenti

  1. Geppetto 7 settembre 2007

    Leggi che prevedono delle pene per attivita’ omosessuali non sono molto compatibili con la cultura dominante nell’Europa del 2007: ecco, forse, perche’ ti sei sentito nel giutso, riproducendo questa notizia sul tuo bel diario in rete (blog).
    Non dimentichiamoci pero’ che solo 50 anni fa le cose stavano proprio cosi’ anche qui da noi.
    Non trovo giusto sottolineare la presunta arretratezza delle leggi di altri paesi tout court.
    ‘Noi’ non siamo molto ‘meglio’ di ‘loro’.
    Vediamo infatti un po’ le ‘leggi’ ed il ‘sistema democratico’ del mondo occidentale del 2007: non sono stati in grado di fermare il massacro di centinaia di migliaia di persone, ne’ le tremende devastazioni di una guerra bastarda di aggressione e palesamente ingiusta, un chiarissimo crimine contro l’umanita’ fin dal suo inizio.
    Non mi risulta che nei paesi ‘arretrati’ siano mai stati massacrati centinaia di migliaia di omosessuali.
    Quale dei due ‘sistemi’ e’ il piu’ giusto allora?

  2. ste 8 settembre 2007

    Le nostre incapacità, la nostra crudeltà e la nostra ignoranza non scusano quelle commesse degli altri società.

  3. Aldo 9 settembre 2007

    Geppetto: “Non mi risulta che nei paesi ‘arretrati’ siano mai stati massacrati centinaia di migliaia di omosessuali.”

    A volte quel che non risulta, non risulta semplicemente perché non lo si sa…

  4. Geppetto 11 settembre 2007

    Aldo,
    e a te cosa risulta?

    Steffan,
    dann lass uns doch von ‘uns’ anfangen und lieber über ‘uns’ reden. Der Vorteil: Wir kennen Verhältnisse, Rahmenbedingungen, Geschichte, Kultur, usw., usw. bei weitem besser als die fremder Ländern, von denen wir, im Grunde genommen, fast gar nichts wissen.
    Gruß,
    Geppetto

  5. Aldo 11 settembre 2007

    A me non risulta nulla di specifico sul tema, la mia era un’affermazione generica che rileva un fatto che ritengo incontestabile: non si può sapere tutto, e molte volte sappiamo solo quel che si vuole farci sapere. Un semplice invito alla prudenza nel prendere posizione. Qualsiasi posizione. Tutto qui.

  6. Aldo 11 settembre 2007

    P.S. Non so il tedesco! 🙁

  7. ste 11 settembre 2007

    In sintesi dice che bisogna “meglio spazzare davanti porta nostra” (un detto tedesco…) perché conosciamo le nostre società molto meglio.

    Ma a me interessano quelle cose influenzate dallo Zeitgeist che toccano più o meno tutte le società, e il ritorno ai fondamentalismi e di conseguenza alla caccia alle streghe e tra questi.

  8. Geppetto 12 settembre 2007

    Ho scritto:
    “allora lasciasci incominciare da ‘noi’ e lasciaci parlare di ‘noi’.
    Il vantaggio: conosciamo le situazioni, le condizioni al contorno, la storia, la cultura, etc., etc. decisamente meglio rispetto a quelli dei paesi stranieri, dei quali, in fin dei conti, non sappiamo quasi niente.”

    Non dico che bisogna. Dico che parlare di cio’ che si conosce e’ meglio che parlare di cio’ che non si sa.

    A mio avviso quel tipo di Zeitgeist e’ stato sistematicamente creato con la propaganda e a mio modesto avviso ci sei cascato in pieno anche tu. Non e’ una colpa: molto probabilmente del mondo arabo/musulmano non conosci molto. Maggiori informazioni o piu’ prudenza ti avrebbero fatto da vaccino, come avrebbero fatto da vaccino a milioni di occidentali diciamo troppo creduloni.

    Purtroppo pero’ lo scopo della propaganda e’ stato raggiunto: la guerra e’ stata fatta, e questa porcheria andra’ annoverata tra un’altra delle infamie di cui si e’ macchiata l’umanita’.

    Dimmi dei 650.000 morti e dei 5 mio di feriti quanti erano ‘fondamentalisti’ e quanti erano bambini e bambine, come tua figlia per esempio?

    E lasciamo ‘sti michioni di fondamentalisti fare i fondamentalisti, musulmani, ebrei, indu’, protestanti o cattolici che siano: contano come il due di picche. Quelli che contano portano la giacca e la cravatta e vanno in TV e fanno il lavaggio del cervello ai milioni di quei creduloni di cui sopra.

    P.S. Ste, il tuo italiano e’ veramente ottimo, ma qualche volta faccio fatica a capirlo. Forse e’ troppo tempo che vivo in Germania, e per questo personalmente preferirei scriverti e leggerti in tedesco.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi