Press "Enter" to skip to content

Non parlarmi di soluzioni tecnologici

Succede che qualcuno esprime i tuoi pensieri; lo fa un po’ prima e forse pure meglio. Solo chelo faceva in inglish – se il contadino trova un po’ di tempo cerca di scriverlo lui, questa cosa:

Peak oil is upon us, or just around the corner. Global warming will continue to worsen as there are no foreseeable energy options that will allow us to replace our profligate use of fossil fuels. Global dimming, which has been weakening the impact of global warming over the past several decades, is now on the wane as we have declared war on the visible air pollutants responsible for it, clearly achieving a hollow victory in the process. This will allow the full impact of anthropogenic global warming to become very apparent over the coming decade.

But please, please, please don’t tell me that technology holds the solutions to these or other global problems, that technology will save us. Don’t tell me about hybrid vehicles, EVs, carbon sequestration, bio-fuels, bio-diesel, tidal power generation, thin film solar, the hydrogen economy, nuclear pebble bed reactors, clean coal, GTL, CTL, LNG, space mirrors, genetically modified GW-resistant plant species, scattering particulate matter in the upper atmosphere to neutralize global warming. Don’t tell me that Monsanto or Dupont or Cargill will genetically engineer some new grain seed that will double global grain production and save billions from starvation. They’ve done enough damage with their GMO monstrosities to last forcountless generations. It is our pursuit of and overuse of technology, including our flagrant abuse of genetic technology, that has driven us to this cliff in the first place.

A problem cannot be its own solution.

Tell me, instead, that people are learning that we must reduce our energy consumption. Tell me that politicians are ready to negotiate our lifestyle […]

8 commenti

  1. fra 5 luglio 2007

    Gia’ … e’ bello che qualcuno pensi alcune cose come te e sia in grado di scriverle in un file 🙂
    Grazie x il link: stupendo!

  2. vince 5 luglio 2007

    …’un so l’ingrese (ma è la prima vòrta che mi dispiace).

  3. ilgab 5 luglio 2007

    Credo nelle energie rinnovabili, ma ancora di più sarebbe utile che la gente capisse che prima di tutto bisogna imparare a RISPARMIARE energia, RICICLARE rifiuti, PEDALARE invece di guidare!

  4. Corsaro 5 luglio 2007

    Pedalare? ma pedalate voi!
    Bisogna fare tesoro della tecnologia, basta che sia al nostro servizio e non viceversa.

  5. Vince 5 luglio 2007

    Caro(?) Corsaro,
    Affàcciati alla finestra e guarda che bel “servizio” ti ha fatto la tECNOLOGIA.
    Bello eh.. ?!

  6. Corsaro 5 luglio 2007

    Corsaro: Edoardo Bresciano.
    Il servizio? Per esempio questo! Internet può essere una opportunità.
    Ma credo che qui parlo a vanvera. Sento odore di indiana in ciabatte che sproloquia contro l’occidente avvelenatore. E si…noi le vacche le mangiamo non le facciamo seccare al sole: che cattivi che siamo.
    Ma senti Vince (?) quell’accento sulla a di Affà….che ci azzecca?

  7. ste 5 luglio 2007

    Dal punto della vista della natura la nostra tecnologia ha fatto moltissimi danni. Si tratta di imparare di usarla senza fasre ulteriori danni, tutto lì. E con l’uso massiccio del “bio”diesel si fa proprio il contrario.
    E non è che siamo molto responsabile nell’uso delle tecnologie, basta vedere l’uso dell’automobile o del telefonino. Se mi ricordo bene un quyalcosa come 30% dei viaggi sono più corti di 4km, il giusto per pedalare o camminare senza portarsi dietro una tonnellata di lamiera…

    OT: Qui è successo un po’ di casino, i commenti sono stati cancellati e poi ripublicati ma senza i link ai autori, scusate.

  8. corsaro 5 luglio 2007

    L’uso et l’abuso del bio-diesel è una chimera che ci distoglie da altre possibilità.
    Come produciamo le T di cereali e/o leguminose e/o biomasse?? A mano? zappando e vangando a mano?
    Fatemi il favore ragazzi.
    Non vengo qui per fare casino ma vorrei avere una discussione incazzata ma libera!
    Sei daccordo contadino?

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi