Vogliaditerra

18 luglio 2007

Mille a testa

…al contadino sembrano tantine. Secondo fonti affidabile oggi abbiamo battuto il record: 56 gigawatt. Sono quasi mille watt a testa, bambini compresi. Spengendo quella tv accesa ogni tre persone più TUTTI gli scaldabagni a corrente più tutti gli standby qualcosina si risparmierebbe sì.

aggiornamento: In Albania invece non c’è ne più.

Commenti:


  1. ieri mi è arrivata la bolletta enel. ho notato una cosa (credo) nuova. mi dice quanti kw consumo al giorno nei due mesi di riferimento, valore attestato su 4-6 kw/giorno.
    tenendo conto che ho un ufficio dove lavorano tre persone, ho tre pc perennemente in funzione, luci ecc, mi è sembrato un valore accettabile.
    ora, dato che il tuo conticino non fa una grinza, c’è da domandarsi una cosa: se io ne consumo 4 al giorno, e tu me ne assegni 3000, gli altri miei duemilanovecento e rotti chi li consuma?
    non sarebbe ora di imporre delle buone prassi a questi divoratori di energia? obbligarli, che so, a tenere chiusi i banchi frigo, a tenere chiuse le porte dei locali climatizzati, a fare questi piccoli ma significativi gesti di civiltà?
    un saluto.


    paulista

  2. Non vedo mai bollette Enel avendo un impianto fotovoltaico a isola, ma questo mi pare una ottima cosa: offrire la possibilità di rendersi conto del proprio consumo.

    Ma bisogna distinguere tra kw e kwh (kw-ore): Se uso un condizionatore che consuma 600 Watt per mezza giornata sono 12 ore x 600W =7,2 kwh
    Penso che l’Enel ti dice che hai consumato 5 kwh al giorno, che diviso in 24 fa un consumo di 200 Watt all’ora, mentre la potenza assegnata di solito è 3000 Watt.


    ste

  3. Più che altro vorrei sottolineare che l’energia consumata di cui siamo responsabili non è solamente quella che ci viene fatturata da Enel, ma anche tutta quella utilizzata per produrre quello che consumiano/utilizziamo! La corrente della lavanderia dove porto a lavare l’abito, quella della raffineria che distilla il petrolio per la mia benzina, quella delle aziende alimentari, dei trasporti pubblici che prendo, della pompa dell’acquedotto che consumo, quelli che producono il computer su cui lavoro.
    Troppo spesso si sentono persone che, come diceva un ragazzo in gamba più di 2000 anni fa, “guardano la pagliuzza nell’occhio degli altri, ma non vedono la trave che hanno nel loro”.

    Che poi ci siano degli sprechi di energia VERGOGNOSI per una società che si definisce moderna… beh, non è una novità. Cominciamo dal nostro piccolo, e continuiamo a sperare che tante altre persone comincino a seguire il nostro (buon) esempio!


    ilGab

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,718 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi