Press "Enter" to skip to content

La suonata del uomo bono

Le vite degli altri è un gran film, l’oscar se lo merita proprio e pensare che ormai sono cose del passato (e dei paesi sotto dittature) quest’atteggiamento statale di spiare tutto e ormai le parole “Grande fratello” fanno venire in mente ragazzi seminudi e strafottenti stravaccati su divani a discutere di nulla per giornate intere come fa notareDeserteur è sbagliatissimo. La tecnica ha fatto progressi enormi e non c’è più bisogno di un esercito di 100’000 professionisti per sorvegliare una nazione intera. E il terrorismo fornisce ai potenti un ottima scusa per collezionare un po’ tutto, non si sa mai. Nel nome della sicurezza si può fare troppo, decisamente.

un commento

  1. barbara 18 luglio 2007

    l’ho visto anche io quel film. Nonostante l’argomento io ci ho trovato molta poesia. Un bell’esempio di come si possa fare un bel film anche senza effetti speciali e con pochi soldi

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi