Vogliaditerra

21 luglio 2007

Gestione malattie

Stanotte l’apicoltore riporta le ultime arnie e così ce ne saranno 150 e rotti qui intorno casa. Diceva:
“E’ solo gestione malattie, sono piene di varroa un altra volta. Ormai i mesi produttivi sono solo due.”

Ma neanche vietare UN veleno, non è possibile.

Commenti:


  1. domenica scorsa mi trovavo al mare in canoa nei pressi di riposto, in sicilia. ho notato tantissime api morte (in alcune zone 3 api a mq di superficie) in acqua… non so se sia una cosa normale. spero solo che questa segnalazione sia di aiuto a chi si occupa del problema della moria delle api. saluti.


    luca etna

  2. Oggi ho avuto conferma dall’apicoltore che le api in prossimità del mare prendono l’acqua salata. Andare a prendere l’acqua è il penultimo (l’ultimo è quello di fare la guardia, mestiere letale quando devono pungere…) compito nel ciclo della loro breve vita (un mese d’estate), e spesso ci rimangano ghiacciati o affogati e muoiono. Nei secchi dove bevono le pecore ci sono sempre centinai di api morte.

    Forse non è allarmante, allora.


    ste

Disclaimer

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. L'autore declina inoltre ogni responsabilità per un eventuale cambiamento di vita, anche drastico, come effetto collaterale di una navigazione incontrollata all'interno del sito. Punto. E ci vuole pure una pagina con le norme sulla privacy.


Vogliaditerra funziona con Wordpress - 75 queries in 0,910 secondi | Layout (modificato) da GPS Gazette

Continuando navigare nel sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi