Press "Enter" to skip to content

Terra secca e miele

Non è che il contadino abbia da dire qualcosa di importante, solo che dovrebbe piovere un po’ e che da due giorni ha cambiato l’odore da propoli a miele nuovo, quando si passa vicino alla postazione delle api. A proposito di api: se alla fine venisse fuori che davverò i telefonini, navigatori satellitari e altre cosette diventate indispensabili sono la (con)causa della moria delle api: si tornerebbe indietro per salvare le api e noi, e se sì, faremo in tempo?

E qui come fa la notte in campagna.

6 commenti

  1. Zoe 19 aprile 2007

    A proposito di notte… quanto tempo ancora ci vuole per tornare a vedere le lucciole? E per sentire le cicale?
    Zoe

  2. Aspirante Contadino 19 aprile 2007

    Salve Ste,dai un occhiata qui.. http://www.meteogiornale.it/fo.....ode=050032 ..è un buon sito meteo.. la pagina si riferisce al posto a te più vicino che ho trovato..
    Ti auguro tanta pioggia “agronomicamente valida” per il fine settimana!

  3. ste 19 aprile 2007

    Grazie aspirante, conoscevo il sito ma è tanto che non lo navigavo, che previsione dettagliata! Dunque burrasche in arrivo per domani, dicono, vedremo…un anno fa di questi tempi grandinava.

    Per le lucciole mi ci vorebbe anche un po’ di umidità, cmq penso che anche loro arriveranno prima quest’anno.

  4. filippo 19 aprile 2007

    io stasera ho visto la rima lucciola, a cogorno, sulle alture di chiavari (liguriA)

  5. Loredalis 20 aprile 2007

    L’altra sera ho sentito al telegiornale che le api trasmettono il loro segnale per trovare la strada di casa (arnia) su una frequenza ben precisa si potrebbe cambiare quella dei telefonini a partire da quelli nuovi ma a giudicare da come vanno le cose nel mondo nessuno si scomoderà a fare una cosa del genere.

  6. ste 20 aprile 2007

    Cervavo di rintracciare la notizia originale in tedesco, vista che l’università risiede lì: Non ce ne traccia sul web, solo uno studio vecchio dell’anno scorso che analizzava l’effetto della tecnologia cordless Dect sulla api. Pare che l’Independent abbia gonfiato e /o inventato parecchio e gli altri giornalisti allungano il filo che la notiza si presta bene per generare un altro allarme ancora.
    Per il resto non ha mai sentito che loro “comunicano” con delle onde, in caso mai si orientano anche usando i campi naturali.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi