Press "Enter" to skip to content

Ti illumino di meno

I Belgi seguono come primi il pensiero del contadino è smettano di illuminare le autostrade dopo mezzanotte e mezzo, visto che quasi tutte le macchine oggi sono dotate di fari.
Fino 7000 tonnellate/anno di anidre carbonica in meno e anche risparmiati 1,75 milioni €.

5 commenti

  1. tomas 17 marzo 2007

    E quanto si potrebbe risparmiare spegnendo tutti i pc, le luci, le calcolatrici ecc. sul lavoro in ufficio durante la pausa pranzo? E quanta carta si potrebbe risparmiare usando sempre anche il retro del foglio facendo stampe e fotocopie. E quanto toner, battendo la cartuccia per un paio di volte prima di cambiarla? E, ovviamente, tenendo l’aria condizionata a 24-25 gradi e non a 20 come succede in taluni locali.
    Tutto cose facili, ma credetemi, convincere anche i colleghi-amici non è sempre facile.

    ciao
    Tomas

  2. Ryo 17 marzo 2007

    Ma i fari delle macchine servono più a farvi vedere che a vedere… non sarà una mossa delle pompe funebri belga questa delle autostrade non illuminate la notte? 😉

  3. Gea 17 marzo 2007

    Spero che questo post serva ad “illuminare” qualche belga!

  4. Ruben 17 marzo 2007

    A Padova da circa tre anni fa hanno illuminato a giorno un tratto di argine di circa 4 Km. Argine sterrato, non dove passano auto, solo pedoni, Quando ho fatto presente al comune che, magari dopo mezzanotte,si sarebbe potuto accendere la metà delle luci non si si sono nemmeno degnati di rispondere. La settimana dopo è andato in onda sulla radio locale uno spot che incitava al risparmio energetico ( sovvenzionata dal comune) le lampade, di notte sono ancora tutte accese sempre. Che fare?

  5. Harlock 17 marzo 2007

    So di andare contro “corrente”!!!
    Il problema secondo me è che l’energia costa troppo
    poco, visto i danni che facciamo al nostro pianeta dovrebbe costare molto di più.
    Caro Ryo, la velocità del mezzo va mantenuta in base alla visibilità, questo vuol dire che ci saranno meno incidenti gravi.

Commenti chiusi.

Pure qui si usano dei cookie... Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi